LA POLITICA CHE CI RAPPRESENTA. BENVENUTI A GOTHAM CITY

Pubblicato: 5 novembre 2012 in Attualità, Curiosità, Politica, Società
Tag:, , , ,


Il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo è diventato il primo partito siciliano con una percentuale del 18% sui votanti. Scusate. Non è esatto. Il primo partito siciliano è quello del non voto, degli astenuti.

Il partito di quelli che alle urne non ci sono andati per niente. Ascoltando questi dati mi sono reso conto che il divorzio tra politica e potere, vedi post precedente, si sta dimostrando esatta. Sulle strade, nei negozi, nelle case, nelle menti e nelle decisioni dei molti che non si sentono rappresentati a livello politico da ormai molto tempo. Con una sfumatura importante, se volete.

Di tutti quelli che non hanno nessun interesse diretto a votare per questo o quell’altro partito.

Esatto. Sto parlando di mero ed esclusivo interesse. Lasciamo da parte le ideologie. Sono morte.

Voglio ridurre a questo banale scambio tra voto e benefici, il divorzio tra politica e cittadini. Perché se i politici e i partiti diventano sempre meno in grado di governare, allora, vale pure che abbiano sempre meno possibilità di influire sulla qualità della vita di chi li vota. Banale. E anche riduttivo probabilmente. Ma resta vero.


La politica ha migliorato la qualità della vita di alcuni privilegiati al punto tale da farli sentire sopra la legge, sopra la storia, sopra la dignità. Verissimo. Ma al di là di coloro che hanno beneficiato di favori e troie di alto bordo, di case da Re e Win for Life, resta pur sempre la maggioranza anonima di tutti gli altri. Di tutti noi.

Di quelli poveri e di quelli ricchi, degli operai e degli imprenditori, di chi cerca e offre lavoro in un mondo reale.

Tutti uguali? Affatto. La lotta è di classe. Più precisamente di una classe contro l’altra. Non solo la lotta per ottenere di più di chi ha poco o nulla, ma anche quella di chi vuole mantenere il proprio benessere. Perché anche il benessere può essere meritato e giustamente difeso.

L’ecatombe del Pdl in Sicilia sembra confermare l’abbandono della nave, anche da parte dei benestanti, di quelli che chiedevano al centro-destra, se non sviluppo, almeno stabilità. Non c’è niente da fare, neanche loro si sono sentiti capiti.

Il Pd, dal canto suo, dice di aver vinto ma quasi tutti gli opinionisti politici, anche i più schierati, sottolineano la povertà di questa vittoria.

E in questo sconquasso, in questa scenario profetico che incombe sulle prossime elezioni nazionali, si staglia limpido l’irriverente sorriso di un grande Joker ma di Batman, quello vero, neanche l’ombra.

Mario Calcagno

Annunci
commenti
  1. Anonimo ha detto:

    Il Pd ha vinto?!? IL PD ha perso il 50% dei voti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...